Storie d'altri tempi [Sabrina]

In questa rubrica, più o meno ogni giovedì, apparirà una storia NON scritta da me. Si tratta di storie che sono state postate sul mio ormai scomparso "blog collettivo" tra il 2004 e il 2014, storie scritte da voi, storie spesso davvero interessanti. 

Le storie sono opera di fantasia, e raccontano la realtà in chiave romanzesca. Né il sottoscritto nè gli autori intendono in alcun modo giustificare o incoraggiare la sopraffazione o la violenza in ogni sua forma. 




Una storia di: Sabrina


postata il 4 giugno 2006


Week-end… 
Fuori piove, è giugno ma il termometro indica 11 gradi, poca voglia di uscire o di chiudersi dentro un cinema. Il principio è quasi sempre lo stesso, vado a farmi la doccia e la sorpresa per il pomeriggio mi attende sulla poltrona della camera: una foulard bianco. Lo applico sugli occhi, mi accomodo sulla poltrona e, ancora completamente nuda, attendo. Sento i passi scalzi di Romeo che avanza e viene verso di me. Mi prende le mani e mi invita ad alzarmi, mi bacia e mi accarezza, mi fa sdraiare sul letto, prima sulla schiena, poi a pancia in giù. Mi ricopre letteralmente di baci, dalla testa ai piedi. Poi prende un foulard e mi lega i polsi, dietro la schiena. Sento che armeggia con la “borsa degli attrezzi”, si mette a cavalcioni su di me e comincia ad avvolgere i miei pugni con la benda elastica bianca con la quale l’ho mummificato il giorno del suo compleanno. Comincia dalle dita della mani chiuse a pugno e che si afferrano vicendevolmente e sale fino alla spalle. Mi aiuta a mettermi in ginocchio, poi continua ad avvolgere passando al petto, senza coprire la parti sensibili ma vincolando le mie braccia al busto. Slega il foulard che mi benda, lo appallottola e me lo infila in bocca. Prende un’altre benda più corta e l’avvolge sul mio viso, dal naso fino al mento, lasciando fuori i capelli e le narici ed imbavagliandomi in maniera molto efficace. Si alza dal letto, lo vedo andare verso il cassetto della biancheria, comincia a smucinare tra i miei body e le mie calze (e anche ormai qualche suo collant…;-)) e torna verso di me con un collant color panna. Comincia ad arrotolare una gamba, gli porgo il piedino sinistro, poi il destro srotola le calze sulle mie gambe con pochi e sensualissimi gesti. Mi fa alzare, sistema la mutandina del collant e sfiora gentilmente la zona pubica, poi la massaggia in maniera decisa. Sono legata, imbavagliata e già eccitatissima. Mi siedo nuovamente sul letto, Romeo si inginocchia ai miei piedi e comincia ad avvolgerli con un ulteriore benda. Avvolge le gambe fino alle ginocchia, poi torna di nuovo sui piedini e con un gioco strano prepara un solido occhiello sotto le piante. Mi adagia nuovamente sul letto, pancia in giù. Si posiziona sempre cavalcioni su di me, prende i miei capelli e, con uno dei miei elastici, li lega ottenendo una coda. Prende una benda e, partendo dall’attaccatura dei capelli, li avvolge con un doppio strato di benda, ottenendo una coda robusta e rigida. Prende l’ennesima benda e collega l’estremità della coda con i miei piedini, obbligandomi la testa all’indietro e bloccandomi completamente, imbavagliata ed incaprettata. Ero a sua disposizione, sento le sue mani che mi accarezzano e l’effetto delle sue mani sulla pelle fasciata dalle calze mi fa impazzire. Fantastico… 
Sabrina 




Commenti

  1. davvero bellissimo questo racconto Miles! Lo definirei romantico! Dolcezza e amore la fanno da padrone! Come legare una persona e farla sentire sicura e amata, invece che indifesa e impaurita (come si vede sempre nei film quando c'è qualche rarissima scena bondage)..la bellezza di sentirsi completamente tra le mani di un altro, abbandonarsi totalmente a lui/ o a lei :)
    Poi a me piacciono molto i foulards e la mummificazione, e il bavaglio e di quelli belli pieni :)
    Insomma una storia d'amore x come la vedo io! Una storia d'amore bondage! E così che ho sempre immaginato il bondage, anche se mi piace vedere scene e leggere storie di rapimenti o litigi tra amiche con punizioni "bondaggiose"..:)
    x i miei gusti manca solo che Sabrina fosse stata infine avvolta in una pelliccia morbida e soffice e sarebbe stato il mio pomeriggio preferito! O magari che lei avesse fatto tutto questo a me :) Ciao e grazie x ripescare e scegliere queste storie bellissime! Buona giornata Miles

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie anche a nome dell'autrice, che - ne sono certo - avrebbe apprezzato la tua attenta lettura.

      Elimina
    2. Magari si riuscisse a rintracciare qualcuno di loro, Miles. Erano davvero bravi e le loro storie bellissime. Ciao

      Elimina

Posta un commento